top of page

Il Brandacujun

Aggiornamento: 3 mar 2021

È un piatto tipico della "Rivëa de Punènte", un antipasto a base di baccalà o stoccafisso mantecato con le patate bollite e condito con olive taggiasche, pinoli, e olio E.V.O. Io utilizzo il baccalà dissalato, per rendere il piatto più delicato, qualche pomodorino pachino e un poco di peperoncino per dare una spinta in più.

Su questo piatto si raccontano tante leggende. La più attendibile è l'origine della prima parte del nome "branda", dal verbo "brandare " che in dialetto provenzale significa scuotere.

Il "cujun" pare fosse il meno furbo della famiglia a cui si dava il compito di scuotere e amalgamare le patate...

In ogni caso, un piatto ottimo che sarà graditissimo come antipasto in una cena a base di pesce. Rigorosamente servitelo tiepido!


Buon appetito!


La Ceccia


Ingredienti per 4 persone

500 g di baccalà ammollato e dissalato

4/5 patate

1 pugnetto di pinoli

7/8 pomodorini pachini

olive taggiasche snocciolate q.b.

peperoncino q.b.

qualche ciuffo di prezzemolo

1/2 spicchio d'aglio

Olio E.V.O. q.b.

Sale q.b.


1.Tagliare a pezzi il baccalà e calarlo in una pentola con acqua leggermente salata



2.Spellare le patate, tagliarle a metà e aggiungerle al baccalà



3.Far cuocere fino a che le patate non saranno morbide (ci vorrà una mezzoretta)


4.Dividere il pesce dalle patate


5.Pulire il baccalà da spine e dalla pelle, poi sminuzzarlo con una forchetta


6.Schiacciare le patate e aggiungere un trito di aglio prezzemolo e pinoli

7.Irrorare con olio E.V.O. e unire il pesce alle patate


8.A questo punto, "brandare" con un cucchiaio di legno fino a che tutti gli ingredienti non saranno amalgamati perfettamente


9.Aggiungere i pomodorini a pezzetti, le olive taggiasche e ancora qualche pinolo intero





10.Assaggiare e sistemare di sale e di olio se necessario

154 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page