top of page

La Pizza Di Scarola

La pizza di scarola è un rustico salato tipico della tradizione napoletana realizzato con l'impasto della pizza a lunga lievitazione e un ripieno di scarole, saltate in padella con i capperi, le acciughe, le olive nere, l'uvetta e i pinoli.

Servita come antipasto ma anche come secondo piatto, ancora calda o a temperatura ambiente riscuote sempre un grande successo nella vostra tavola.

Non sappiamo con certezza dove sia nata e l’anno in cui è comparsa per la prima volta. Abbiamo però una buona dose di sicurezza nell’affermare che la pizza di scarole sia nata in Campania, fra le campagne e la provincia di Napoli. Soprattutto per le persone meno abbienti, a volte incapaci di potersi permettere anche solo un piatto di maccheroni, l’unica fonte di sostentamento erano le erbe.

A codificare e “nobilitare” per la prima volta la pizza di scarole, però, ci pensò Vincenzo Galante, nel suo primo e rivoluzionario trattato sulla cucina vegetariana: per la prima volta codificò la procedura di cottura, di fatto portando il gustoso piatto popolare anche sulle cucine della nobiltà.

Questa pizza è un sinonimo di festa a Napoli: è preparata sempre per il Natale e per la vigilia di Capodanno, ma è anche la portata di ogni Pasqua e per le scampagnate di Pasquetta.


Buon appetito!


La Ceccia


Ingredienti...


Per la pasta della pizza:

500 g di farina manitoba

300 g di acqua

10 g di lievito di birra

10 g di sale fino


Per il ripieno:

1 cespo grande di scarola

2 spicchi d'aglio

2 cucchiai di pasta d'acciughe ( o 3/4 acciughe sotto sale)

1 pugno di olive nere snocciolate di Gaeta ( o Taggiasche)

1 pugnetto di capperi

20 g di pinoli

20 g di uvetta

Peperoncino q.b.

Olio extravergine d'oliva q.b.

Sale ( solo se necessario dopo aver assaggiato il ripieno)


1-In una planetaria procedere con l'impasto della pizza. Impastando la farina, l'acqua e il lievito sbriciolato. Aggiungere il sale e impastare per una decina di minuti. Lasciare lievitare 6 ore.

2- Lavare le foglie della scarola sotto l'acqua corrente

3-In una padella capiente, appassire la scarola con un dito di acqua coprendo con un coperchio.

4-Strizzare la scarola appassita e tagliuzzarla

5-Nella stessa padella unta di olio, soffriggere l'aglio con la pasta d'acciughe e il peperoncino

6-Aggiungere la scarola, le olive, i capperi, i pinoli e l'uvetta.

7-Cuocere il ripieno per almeno 10 minuti in modo che asciughi tutta l'acqua.

Assaggiare e aggiustare di sale

8-Dividere l'impasto della pizza in due parti senza lavorarla. Stenderne una parte abbastanza sottile e sistemarla in una teglia unta

9-Farcire la pizza con il ripieno di scarola

10-Tirare l'altra parte di impasto e ricoprire la pizza

11-Ungere la superficie con olio E.V.O. e bucherellarla con una forchetta

12-Cuocere in forno preriscaldato a 220 gradi per 20/25 minuti




47 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

La Beccùta

Komentáře


bottom of page